Good Bye Windows 7

Good Bye Windows 7

“Microsoft si è impegnata a fornire 10 anni di supporto tecnico per Windows 7 quando è stato rilasciato il 22 ottobre 2009. Al termine di questo periodo di 10 anni, Microsoft interromperà il supporto di Windows 7 in modo da potersi concentrare sul supporto di tecnologie più recenti e di nuove esperienze.

Il giorno specifico della fine del supporto per Windows 7 sarà il 14 gennaio 2020.

Dopo tale data l’assistenza tecnica e gli aggiornamenti software di Windows Update, che ti permettono di proteggere il PC, non saranno più disponibili per il prodotto. Microsoft consiglia vivamente di passare a Windows 10 prima di gennaio 2020 per evitare che, in caso di bisogno, l’assistenza o il supporto non sia più disponibile.”

Con questo esordio Microsoft ha annunciato la fine di Windows 7.

Cosa vuol dire fine del supporto?

Significa che per Windows 7, Microsoft non svilupperà più aggiornamenti, questo non significa che il computer smetterà di funzionare ma che per Windows 7 non ci saranno più:

  • Aggiornamenti di sicurezza o correzioni: essenziali per proteggere il PC da virus dannosi, spyware e altri malware che possono carpire informazioni aziendali o personali (Ransomware, Cryptolocker…);
  • Supporto tecnico per eventuali problemi: l’aiuto di un esperto Microsoft in caso di problemi;
  • Aggiornamenti tecnologici: ovvero quegli aggiornamenti che permettono di migliorare continuamente le prestazioni e i piccoli problemi del sistema operativo. Anche molti programmi prima o poi non saranno più aggiornabili su Windows 7 tra cui programmi di uso comune tipo browser come Chrome e Firefox.

Cosa fare?

La cosa più ovvia è aggiornare il computer a Windows 10, ma non tutti i computer hanno questa possibilità, parliamo di quelli datati dove esiste la possibilità di non funzionamento del sistema operativo o l’impossibilità di trovare drivers per Windows 10 dei componenti facenti parte del computer.

A questo link è possibile confrontare, più o meno, il nostro computer per vedere se soddisfa i requisiti per il passaggio a Windows 10. Più o meno perché elenca in maniera generica i componenti necessari per l’esecuzione di Windows 10 ma non la possibilità di trovare i drivers nello specifico di ogni dispositivo e ne esistono centinaia, di diversa marca e modello.

In questo caso si deve ricorrere all’acquisto di un nuovo computer.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: